Rapporto Amnesty..Italia, medita..

27 05 2010

«Un paese con molte lacune». E’ con questa estrema sintesi che Amnesty International descrive la nostra Italia. Con il rapporto sulla Situazione dei diritti umani nel mondo si fa luce su una situazione sempre più pesante. Si parla di un’«esplosione di xenofobia e razzismo in Europa». All’Italia è imputato un anno di sgomberi forzati illegali delle comunità rom. In particolare, un equo accesso all’istruzione, all’alloggio, alle cure sanitarie e all’occupazione ha continuato ad essere loro negato. In questo senso, l’istituzione delle ronde a norma di legge, lascia perplessi: si sottolinea come – considerando le azioni di gruppi autorganizzati nei confronti di rom e migranti – tale disposizione potrebbe dar luogo a discriminazioni e a episodi di giustizia privata (per fortuna, si è dimostrato un grande bluff, per ora).

Le norme attuate dal governo, in nome della sicurezza dei cittadini, hanno «messo a repentaglio i diritti di migranti e richiedenti asilo». Il Gruppo di lavoro delle Nazioni Unite, a gennaio, ha criticato l’Italia per la detenzione arbitraria sistematica di richiedenti asilo, senza considerare caso per caso se la detenzione sia necessaria e spesso senza basi legali. L’istituzione del reato di immigrazione ha disincentivato i migranti ad accedere a istruzione, cure mediche, e protezione dagli abusi delle forze di polizia.

La prassi dei respingimenti verso Tripoli, in una nazione che non è firmataria della Convenzione di Ginevra sui rifugiati del ’51, è pesantemente contestata. E poi ancora le morti nelle carceri, la non collaborazione delle autorità nel definire la verità del caso Abu Omar. Tanti altri capi di imputazione per una nazione intera, e soprattutto per chi la governa. Che hanno portato a 90 raccomandazioni formali.

Insomma, ci si becca una bella ramanzina. Speriamo aiuti. Da notare comunque una dimenticanza: Amnesty non parla della grave situazione familiare della famiglia Briatore, vittima di questo Stato incapace di difendere il basilare diritto allo yacht.

Annunci