A ChrIslam Carol

1 12 2010

Clamoroso in Piazza Duomo!

Riporto dall’Ansa (boldando liberamente):

«Forse qualcuno si è dimenticato che tra pochi giorni sarà Natale. Come parlamentare della circoscrizione di Milano sono costretto ad intervenire per esprimere tutto il mio sconcerto nel constatare che nel periodo natalizio invece di sottolineare la ricorrenza del Santo Natale, così importante per tutti noi cristiani, il Comune di Milano abbia patrocinato una mostra di arte islamica presso Palazzo Reale a pochi metri dal Duomo. Addirittura questa mostra è pubblicizzata con cartelli, scritti in parte in arabo, su tutti i mezzi di trasporto pubblici dell’Atm. È davvero sconcertante girare per Milano nel periodo natalizio e invece di trovare segni che ci ricordano le nostre radici e la nostra cultura trovarsi circondati da messaggi di sostegno alla cultura islamica. Probabilmente a Palazzo Marino c’è qualcosa che non va e questo deve essere tenuto in debito conto anche in vista delle prossime elezioni comunali: caro Sindaco, considerato che come già comunicato dal Segretario Nazionale della Lega Nord- Lega Lombarda Giancarlo Giorgetti lei sarà ricandidata anche con il nostro appoggio alle prossime elezioni comunali, mi piacerebbe quindi sapere se lei sia al corrente di questa cosa perché su questi temi non si può sbagliare. A Palazzo Reale a Natale sarebbe stato sicuramente meglio fare una mostra di presepi o di qualcosa legato al Santo Natale. Milano è e deve rimanere la “Città della Madonnina” e non della “mezza luna islamica”, noi ci batteremo perché nessuno lo metta mai in discussione». Lo dichiara Claudio D’Amico , deputato della Lega Nord e membro della delegazione parlamentare dell’Osce.

Genio. Forse non ha fatto un giro in via Lorenteggio. Lì, con le luminarie che riportano le frasi celebri di Mike Bongiorno, il Natale si sente davvero.

Annunci




Visto il periodo. Letterina di Natale

21 12 2009

A Gesù Bambino

Natale. Soldi non ce n’è, la crisi ci ha mangiato il panettone. Gesù Bambino, pensaci tu a distribuire un po’ di doni ai miei amichetti. Vorrei che portassi un grande salvadanaio, di quelli a forma di maialino rosa. Lo devi dare a Tremonti, che ci metta i soldi dello scudo. Ricorda il martelletto per romperlo: li ha già promessi a tanti, gli servirà presto. Se girando per Roma trovi Bersani, c’è per lui un pensiero ad personam. Un po’ di pappa reale. Magari trova energia per sopravvivere fra i suoi compagni. Risalendo lo Stivale, passa da Lesmo. Vedrai Paolo e tre suoi amici sul tetto di una fabbrica. Avranno freddo. Come hanno fatto con te, lasciagli un po’ di paglia, un bue e un asinello per riscaldarli. Nel fondo della sacca trova un posticino per una maglietta azzurra. Quando sorvolerai il Marassi, buttala a Cassano. Il ragazzo è cambiato, basta carbone per lui. Arrivato dalle parti di Milano, vedrai una grande villa, con un grande camera e un grande letto. Ci sarà una signora sola. Lasciale un fazzoletto, si chiama Veronica e ha pianto tanto quest’anno.

Sarai stanco Gesù Bambino. Da ultimo ti chiedo uno sforzo. Vola fino in Sudafirca. Ricordi Caster Semenya? Ne hanno scritto tutti quest’estate. Lei corre con le donne, ma forse è un uomo. Mah…non l’ho ancora capito. Portale delle infradito, unisex per piacere.

Quando avrai finito il giro di tutti quanti e ti sarai riposato, verso la Befana, porta un orologio a Mauro Moretti. Se ti dirà che sei in ritardo, rispondi senza problemi: «Nevica!».