Povero Togo

31 01 2010

M’imbelvisce l’assurda decisione, da parte della Federazione calcistica africana, di squalificare la nazionale del Togo impedendole la partecipazione alle prossime due edizioni della Coppa d’Africa.

I togolesi erano stati vittime di un attacco terroristico sul pullman che li portava all’esordio nella competizione. Due morti sparati. Inizialmente la federazione aveva deciso di proseguire nel cammino sportivo, ma il Capo dello Stato ha deciso di ritirare la squadra. Per la commissione che ha giudicato il caso, è stata un’ingerenza dello sport sulla politica. Quindi è arrivata la condanna. Ma cosa si crede di dimostrare con ciò?

Amo il calcio e lo sport in genere, nel tempo sempre più per quanto riescono a rappresentare dal punto di vista della società e della comunità. A livello giovanile e locale, è un valore enorme per la crescita e l’educazione. Purtroppo però i modelli restano quelli che girano sui circuiti internazionali e mediatici. E’ un altro mondo. Che non è in grado di offrire alcun esempio ai più piccoli. Un errore ed un peccato enormi.

Annunci